Mangiare carne non sarà più normale

Mangiare carne non sarà più normale!

Con l’inizio del nuovo anno arrivano anche le previsioni delle nuove tendenze alimentari, che condizioneranno le scelte dei consumatori, il mercato alimentare e quello della ristorazione. Il 2019 è stato considerato l’anno Vegan, a partire dal sempre più diffuso e acclamato Impossible Burger fino ai formaggi vegani stagionati. Vediamo insieme le novità proposte dal mercato.

1.Hamburger 2.0

Un hamburger che sa di carne ma al 100% vegetale. Lo ha presentato Impossible Foods al Ces 2019, la più grande fiera al mondo dedicata all’hi-tech che si tiene dall’8 all’11 gennaio a Las Vegas. L’azienda, fondata nel 2016 dall’ex professore di biochimica dell’Università di Stanford, Pat Brow, è tra le più all’avanguardia nella produzione di carne plantocentrica. Ha presentato una sorta di hamburger 2.0, senza glutine e che avrebbe un sapore e una consistenza molto somiglianti ad un classico hamburger di manzo. Il segreto? La leghemoglobina, ricavata dalla soia e modificata, che ha ottenuto il via libera dalla Food and Drug Administration statunitense. Tra gli altri ingredienti del prodotto ci sono le proteine della soia e delle patate, olio di cocco e di girasole. Gli hamburger vegetariani di Impossible Foods sono in vendita negli Usa in migliaia di ristoranti, fast food e piccole catene. McDonald’s ha messo gli occhi sulla finta carne di Impossible burger e prendendo spunto ha iniziato a vendere il McVegan.

Fonte:www.freshpointmagazine.it/senza-categoria/impossible-foods-hamburger-vegetale-vegano-ces2019/

Troviamo poi, la non carne di Beyond Burger società californiana che si è lanciata nello sviluppo di alternative vegetali alla carne con l’ambizioso obiettivo di non farla rimpiangere alla prova dell’assaggio è sbarcata in Italia. Questo prodotto è stato presentato il 25 settembre 2018 a Bologna e ha subito stupito per la sua somiglianza alla polpetta di carne, sia visivamente sia all’assaggio, nonostante sia totalmente privo di materie prime animali. Beyond Meat è infatti pioniera dell’utilizzo delle proteine estratte dai piselli per la sua ‘non carne’ (o fake meat com’è chiamata negli Stati Uniti), che formano la base sulla quale costruire il prodotto dove si possono trovare i seguenti ingredienti: il succo di barbabietola, una serie di fibre vegetali che trattengono l’acqua (per la succosità) e conservanti naturali, oltre all’olio di cocco e canola che forniscono la parte grassa all’impasto.  Fonte: https://www.foodweb.it/2018/09/non-carne-beyond-meat-sbarca-in-italia/

2. Il latte d’avena

Questa bevanda ricca di proprietà benefiche e nutritive, è disponibile in forma di latte aromatizzato ma anche come base di prodotti quali gelati e yogurt.

3. Prodotti a base di piselli

Sebbene ancora poco nota, da qualche anno è stata lanciata anche una nuova gamma di bevande vegetali altamente proteiche ovvero quella a base di piselli, il cui marchio più noto attualmente in commercio è lo statunitense Ripple Foods. Quest’anno non solo sarà il grande momento di questo tipo di drink, in versione naturale non dolcificata, alla vaniglia o al cioccolato, ma anche di altri prodotti a base di piselli, tra cui burger e patatine.

4. Funghi

A renderli ideali per una dieta vegana è il loro aspetto carnoso, la loro versatilità e il basso apporto calorico. possiamo aspettarci una grande quantità e varietà di prodotti vegan preconfezionati a base di funghi, tra cui chips, croccanti o soffiati, snack di vari tipi o veri e propri affettati vegetali, simili alla pancetta, da aggiungere ai vostri burger cruelty free.

5. Il pesce vegan

Lo scorso anno abbiamo assistito al lancio del primo tonno vegan in scatoletta e di altri prodotti simili tra cui il sushi senza pesce o i gamberetti vegetali. Nel 2019 a cavalcare l’onda saranno soprattutto i frutti di mare e i gamberi vegani, ma anche snack quali il dulse bacon e i kelp noodle.

6. formaggi vegan stagionati -> Il cosiddetto formaggio vegan che da anni conquista e convince i non solo i consumatori vegani ma anche le catene di ristorazione e di delivery food, si riconferma tra gli ingredienti principe della dieta a base vegetale. Tra le innumerevoli categorie presenti, avranno la meglio i formaggi stagionati e venduti a peso.

7. Uova vegan

Una novità lanciata con grande successo negli Stati Uniti alla fine del 2018. Il prodotto di punta in questo senso è quello della startup JUST’s, ovvero un preparato giallo con cui cucinare delle straordinarie uova strapazzate ma senza uova.

8. La carne vegan essiccata 

Questo spuntino saporito e piccante, amatissimo in Canada, sarà sempre più diffuso e tante saranno le varietà disponibili, tra cui quelle a base di fagioli, grano, funghi, melanzane, cocco o addirittura alghe.

9. Probiotici e prodotti fermentati

Troviamo anche i salutari probiotici e i tanti alimenti fermentati tra cui il popolare kombucha, poi a seguire yogurt vegani, salse e prodotti fermentati in barattolo.

10. Canapa

Cuori di canapa, semi e olii non sono una novità per gli amanti del cibo e della cura del corpo: sono molti i prodotti, dai preparati per pancake alle paste essiccate. Anche le foglie di canapa baby stanno riscuotendo successo nell’ambito del consumo dei micrortaggi. Ma c’è di più, ad eccezione del CBD (cannabidiolo), che è ancora proibito nel cibo, nella cura del corpo e negli integratori alimentari, si prevede che le “cellule staminali vegetali di canapa” e le “fonti non derivate dalla cannabis” come i fitocannabinoidi, diventeranno più popolari. La canapa è destinata a diventare mainstream.

11. Surgelati e gelato

Niente più gelato classico alla vaniglia o al cioccolato. L’innovazione punta alla creazione di basi diverse come avocado, hummus, tahini o acqua di cocco.

12. Alghe

Gli snack alle alghe sono diventati popolari qualche anno fa e ora sono apprezzati da adulti e bambini attenti alla salute. Snack alle alghe, noodles o alternative di tonno a base vegetale, molti marchi le introdurranno come ingrediente in cibi che intercettano l’interesse di chi segue un’alimentazione salutare e in abbinamento ai fermentati: miso, ramen, condimenti e salse.

13. Fiori di banana

Sono inoltre in forte crescita le alternative ai sapori di mare: Il famoso fish and chips a base di fiori di banana che ha riscosso molto successo l’anno scorso a Londra.

 

Fonte:https://www.lacucinaitaliana.it/news/trend/previsioni-per-i-vegan-food-trend-del-2019/; https://www.osservatorioveganok.com/trend-alimentari-del-2019-cosa-cambia-nel-mondo-del-consumo