Come indicare gli allergeni relativi ai cereali e alla frutta a guscio?

Il Regolamento UE 1169/11, ed ancora più specificatamente la Comunicazione della Commissione del 13.07.2017, chiariscono le modalità con cui devono essere indicati gli allergeni relativi ai cereali e alla frutta a guscio.

All’art. 8 del testo della Comunicazione della Commissione si ribadisce che “…gli ingredienti prodotti da cereali contenenti glutine devono essere dichiarati con una denominazione che contenga un riferimento chiaro al tipo specifico di cereale, ovvero grano, segale, orzo, avena…”
Le medesime indicazioni vanno riferite anche per i cross contact.

Ne segue che la frase Può contenere deve essere seguita dall’indicazione della denominazione del possibile allergene, es.
Può contenere orzo, segale,…
e non una generica indicazione:
Può contenere cereali contenenti glutine

Si consiglia quindi, soprattutto nel caso di allergeni cross contact, di chiedere al fornitore della materia prima di riportare in scheda tecnica le informazioni precise per procedere alla successiva predisposizione dei dati da riportare in etichetta e nei documenti da inviare al cliente.

Per maggiori informazioni:
https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/PDF/?uri=CELEX:52017XC1213(01)&from=EN

I nostri VIDA.Point sono a vostra disposizione per fornirvi eventuali ulteriori chiarimenti consulenziali.

Scrivici per maggiori informazioni